30 dic 2010

IL 2010 CHE FINISCE

Siamo agli ultimi giorni del 2010. Solitamente in questi giorni ciascuno di noi traccia un bilancio di quello che è stato il suo anno.
Io invece vorrei ricordare, o piu' precisamente " non dimenticare", alcuni fatti che per sfortuna o fortuna sono accaduti in questo 2010 che ormai si e' concluso.
L'inizio dell'anno e' purtroppo stato contraddistinto da alcuni eventi catastrofici, quali il terremoto ad Haiti e in Cile, mentre una piattaforma petrolifera in Messico riversava tonnellate di greggio in mare, un vulcano islandese,  dal nome impronunciabile, paralizzava mezza europa.
Mentre l' INTER (meritatamente) concedeva la goduria del "triplete" ai suoi tifosi e i mondiali di calcio sancivano la disfatta della squadra campione del mondo in carica, devastanti incendi in Russia e inondazioni in Pakistan, rivelano ancora di piu' come la forza della natura sia una cosa incontrollabile.
Si conclude a lieto fine la storia dei 33 minatori in Cile, si completa il ritiro dei soldati USA dall'Iraq e G8-G9-G14-G20 impazzano per il mondo.
Alluvioni e scontri di piazza contraddistinguono anche l'Italia, ma pare che importi di piu' la storia della casa di Fini a Motecarlo.

Premettendo che questo post non e' nato con l'intento di mettere paura alla gente, ne tantomeno con uno spirito ecologico-sportivo-naturalista, vorrei solo che chi lo legge si soffermi un attimo a pensare e riflettere, che nel nuovo anno, nel proprio piccolo, puo' cominciare veramente a fare qualcosa per questo mondo, terribile, affascinante, povero, precario, triste, malinconico, minacciato, allegro, confuso, ingiusto, ma pur sempre il "nostro mondo"
Buon anno a tutti

05 dic 2010

DIALOGO TRA PADRE E FIGLIO

Papa' Giulio e suo figlio Edo parlano del piu' e del meno:
Giulio: "Edo, non devi dire le bugie altrimenti ti vengono le macchioline sopra le unghie!!!"
Edo: "e tu', come fai a saperlo?"
Giulio: "vedi le mie, sono perfette, e non hanno nessuna macchiolina, invece le tue cominciano ad avere qualche chiazza bianca!"
Edo: "allora e' per questo che la mamma si mette sempre lo smalto?"

PER FORTUNA.......!!!!

Qualcuno ha mai visto in TV uno di quei programmi gastronomici, dove ti fanno vedere come cucinare o preparare un un gustoso manicaretto per fare bella figura con gli amici invitati a cena???
Mi spiego meglio:
.....mi e' capitato di imbattermi in uno questi programmi, dove il cuoco di turno doveva preparare e far vedere come cucinare un piatto di " pomodorini ripieni di riso con broccoli e acciughe". Fin qui' tutto ok, ma lasciatemi descrivere il resto del programma.
Si comincia con la descrizione del piatto da preparare, il paffuto cuoco presenta tutti gli ingredienti uno per uno, ciotole di pomodori, broccoli, filetti di acciuga, pinoli, sono sistemati a regola d'arte in una cucina dove neanche il piu' bastardo degli ispettori USL avrebbe trovato il coraggio di contestare igiene e pulizia di quel posto.
Dopo altre spiegazioni sulle proprieta' vitaminiche dei pomodori e sul valore nutritivo dei filetti di acciuga, come se fossero gli spinaci per braccio di ferro o le arachidi per super pippo, il nostro paffuto cuoco comincia a preparare,con una precisione maniacale, il piatto vero e proprio.
Svuota i pomodori, trita i broccoli, aggiunge le acciuge, affetta dei capperi, aggiunge dei pinoli , ci spolvera sopra della paprica dolce, il tutto descritto minuziosamente in ogni particolare, con coltelli super-affilati che la spada di Ghemon, in confronto, risulterebbe ridicola.
Alla fine, dopo aver cotto, infornato, lessato, soffritto tutta sta' roba, sempre il nostro paffuto cuoco, presenta su di un piatto stranissimo, che forse neanche al reparto stoviglie dell' IKEA sapevano di avere, la sua opera d'arte: "un minipomodoro ripieno di riso con una acciughina sopra", e comincia a buttargli sopra il famoso QB, che non ho mai capito cosa fosse, ma ora ho imparato che significa "quanto basta".
In pratica: circa 40 minuti di trasmissione per un pomodoro ripieno di tanta di quella roba e di tanti sapori, che le papille gustative di un normale essere umano dovrebbero fare gli straordinari per riconoscerli tutti.
In conclusione: "per fortuna domani mangero' un bel piatto di pasta con il ragu' fresco, una bella bisteccona, e magari brindero' al paffuto cuoco, che, dall'aspetto che aveva, sicuramente NON stara' mangiando il suo pomodorino ripieno di riso.